Adriaan Reeland,
Palaestina, ex Monumentis veteribus illustrata: in tres libros distributa, tabulis Geographicis necessariis, iisque accuratis exornata, et a multis insuper, quae in primam editionem irrepserant, mendis purgata, Nürnberg, Petrus Conradus Monathus, 1716.

 

4°, pp. [16] 289 [3] 293-381 [2] 384-787 [81], )(4 )()(4 A-Z4 Aa-Zz4 Aaa-Zzz4 Aaaa-Zzzz4 Aaaaa-Rrrrr4, ill.

Il frontespizio a c. )(1r è stampato in rosso e in nero. La carta Dd3 è erroneamente segnata Bb3.

 

Repertori bibliografici e cataloghi

Tobler p. 213; Röhricht n. 1312.

 

Immagini: coperta, frontespizio, silografie e calcografie

 

 {gallery}ITS_SET_B2{/gallery}

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, ITS SET B.2

mm 235x165. Legatura settecentesca in pergamena rigida, anima in cartone. Al dorso, in testa, coevo alla legatura si legge il nome dell’autore, mentre sotto, in inchiostro nero, di mano moderna, in inchiostro nero si leggono il titolo dell’opera, la città e la data di impressione. Al piede consueta etichetta con attuale segnatura. Qualche camminamento da tarlo nella pergamena. Tracce di spruzzatura rossa al taglio. Ex libris della Biblioteca del Convento di San Salvatore al risguardo anteriore. Al recto della carta di guardia anteriore al margine superiore si leggono le passate segnature (F III 2; PAL 147). A c. )(1r all’angolo superiore una piccola strisciolina di carta era stata posta a coprire una nota manoscritta in inchiostro marrone settecentesca che dice: “Reler e[st] Protestantes”. Sotto all’anno di edizione simbolo rettangolare in inchiostro marrone; e al margine inferiore, parzialmente rifilato, si legge, della stessa mano: “llle Set”. A c. U4r al margine inferiore esterno, nota moderna a matita che aggiunge un’informazione al testo: “est etiam adhunc || in Samaria locus || dictus: Pentehumiu”. A c. Bbbb2r correzioni manoscritte al testo in inchiostro blu, di tipo editoriale (di mano moderna). Timbro rettangolare viola della Biblioteca del Convento di San Salvatore al recto della carta di guardia anteriore, ripetuto anche in altre parti del volume, anche in colorazione blu. Timbro ellissoidale blu della Biblioteca del Convento di San Salvatore a c. )(1r al margine superiore esterno. Sigillo del Guardiano del Monte Sion a c. )(1r ripetuto due volte (circolare, blu Custode e Guardiano di M. Sion). Mutilo della c. Rrrrr4 presumibilmente bianca. La c. )(1 è mutila dell’angolo inferiore esterno. Le cc. in prossimità delle tavole calcografiche estese sono state deformate dallo spessore di tali tavole; la c. Qqqqq4 ha il margine inferiore interno strappato. La c. )(3r è macchiata dall’inchiostro della carta con la tavola calcografica con il ritratto dell’autore, tanto che si riesce ancora a vedere il profilo del disegno (capita anche altre volte con altre tavole); grossa macchia di unto semicircolare al margine esterno centrale della c. R4; piccola macchia di inchiostro marrone a c. Mm1r al margine inferiore centrale; macchia di unto al margine superiore centrale dal fascicolo Pppp al fascicolo Zzzz. Al fascicolo Rrrrr una colata di unto al margine superiore esterno. La maggior parte delle carte presentano lo specchio di stampa brunito. Discreto stato di conservazione.

 

Per la bibliografia sull’autore e sul testo si veda la scheda n. 98.