Gabriel aus Pécsvárad o.f.m,
Compendiosa quedam: nec minus lectu jocunda descriptio urbis Hierusalem; atque diligens omnium locorum terre sancte in Hierosolymis adnotatio; per quendam devotum in Christo fratrem divi Francisci ordinis de observantia Nationis vero Hungarice luculenter; nam ea ipsa terre loca propriis conspexit oculis ; congesta ; ac breviter comportata; inscripit feliciter, a cura di Nicolaus de Farnad o.f.m., Vienna, [s.e.], [s.d].

 

4º, cc. [5] 33, A4 b-h4 i6.

Seconda edizione della Descriptio urbis Hierusalem del francescano ungherese Gabriel aus Pécsvárad che stette nella Custodia di Terra Santa dal 1514 al 1518. Tale edizione fu preparata ed editata a Vienna, attorno al 1520, da un altro francescano ungherese Nicolas de Farnad con qualche ritocco rispetto alla precedente. La princeps è priva di luogo di stampa e note tipografiche, ma si può ipotizzare impressa nell’anno 1519.

 

Repertori bibliografici e cataloghi

Röhricht n. 429; VD16 ZV 21186.

 

Immagini: coperta, frontespizio, silografie e calcografie

 

 {gallery}CIN_Rip1{/gallery}

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, CIN Rip.1

Esemplare posseduto come riproduzione di quello della Biblioteca di Parigi, Marasine (Réserve 17752 A). Volume miscellaneo con diverse opere rilegate assieme. Note di carattere bibliografico di p. Arce alle carte di guardia. Ex libris di p. Arce al risguardo anteriore.

 

Il testo si divide in quattro parti, nella prima è descritta Gerusalemme, nella seconda il Monte Sion, Betlemme, il Cairo e il Sinai, nella terza Ain Karem, S. Cruz, Silo, Emmaus, Modin, Rama e Jaffa, mentre nella quarta Sicar, Sebaste, Nazaret e la Galilea. Il testo termina con la relazione di un miracolo.