Electus Zwinner o.f.m.,
Blumen-Buch dess Heiligen Lands Palestinae, so in drey Buecher abgetheilt, München, Johan Wagner, 1661.

 

4°, pp. [28] 660 [72], †-†††4 ††††2 A-Z4 Aa-Zz4 Aaa-Zzz4 Aaaa-Nnnn4 Oooo2 a-i4, ill.

Unica edizione nota. Frontespizio calcografico (182x142 mm) a c. †1r, dove si leggono i nomi del disegnatore e dell’incisore delle calcografie: «H. G. Leb inventor» e «Daniel Wusim sculpsit Prag». Diciannove calcografie fuori testo, di diverse dimensioni, alcune a piena pagina (178x128 mm) e due ripiegate (193x220 mm, 156x189 mm). La c. Nnn3 è erroneamente segnata Nnn2.

 

Repertori bibliografici e cataloghi

Tobler p. 107; Civezza n. 787; Röhricht n. 1106; vd17 on-line 12:121645S.

 

Immagini: coperta, frontespizio, silografie e calcografie

 

 {gallery}ITS_SEI_B12{/gallery}

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, ITS SEI B.12

mm 201x152. Legatura antica in piena pelle con fregi a caldo in doratura (la doratura è ormai totalmente consunta), piatti in legno. Al piatto anteriore, inserite in una cornice decorata a motivi floreali e impresse a caldo in doratura (ormai completamente distaccata), si leggono la data “1668” (in basso) e la scritta “S.R.C.S.” (in alto). Al piatto anteriore è poi stato realizzato il sigillo Jesus (IHS), mentre al piatto posteriore il sigillo Maria (MRA). Borchie in metallo, si conserva uno dei due fermagli, rivestito in pelle e realizzato con pergamena di riuso e con metallo. Dorso a quattri scomparti, al piede, in inchiostro bianco, si legge parte della vecchia segnatura di collocazione della Biblioteca del Commissariato di Terra Santa di Washington (P 951), coperta dalla consueta etichetta con attuale segnatura di collocazione. Al dorso, in testa, è applicato un grosso pezzo di nastro adesivo trasparente. La pelle risulta consunta in molti punti e mangiata da tarli in altri, rotta completamente tra il piatto anteriore e il dorso, resti di colorazione rossa al taglio. Al risguardo anteriore etichetta di segnatura del Collegio e Commissariato di Terra Santa di Washington. Al recto della prima carta di guardia anteriore, in alto, si legge la vecchia segnatura di collocazione (ITS 1093). A c. †1r al margine inferiore nota in inchiostro nero di mano seicentesca “Ser: Rosina Clara Siglin: gib dij3 büch [sic] der Sch: (?) Anna Sabine Schutzen || zum hl: quialos (?)”; a c. †2r vecchia segnatura di collocazione della Biblioteca del Commissariato di Terra Santa di Washington (P 951 Z98). Tra le cc. f1 e f2 striscia di carta con annotazione in tedesco di mano ottocentesca. Al recto della prima carta di guardia anteriore timbro rettangolare blu della Biblioteca del Convento di San Salvatore, ripetuto anche in altre parti del volume. Al recto della carta di guardia anteriore sigillo nero tondo del Commissariato di Terra Santa di Washington. A c. i3r timbro con numero di ingresso (02854). La tavola tra le cc. K4 e L1 è mutila di molte parti ed è tenuta assieme con delle etichette adesive rosse e bianche. Qualche camminamento da tarlo ai margini esterni e interni di pochissimi fascicoli. Esemplare in discreto stato di conservazione.

 

Electus Zwinner, Guardiano di Betlemme e Commissario di Terra Santa, apparteneva all’ordine francescano, della provincia di Boemia. Il suo lavoro, basato su un viaggio intrapreso nel 1658 e sulla ricerca negli archivi dei Francescani a Gerusalemme, si divide in tre libri: nel primo libro sono descritte Gerusalemme e la Palestina, nel secondo alcuni dei più famosi pellegrinaggi e nel terzo le città che non appartengono alla Palestina (Damasco, Antiochia, Tripoli, Cipro, Rodi, Creta e Malta).