Reinhard Reineck,
Chronicon Hierosolymitanum, id est, de bello sacro Historia, exposita libris XII, & nunc primúm in lucem edita, opera & studio Reineri Reineccii Steinhemij. Quæ operis subiecti est pars prima. Suntque omnia in studiosi lectoris gratiam, & maioris perspicuitatis ergó, breuibus scholijs, & alijs enarrationibus illustrata, Helmstedt, Jakob Lucius, 1584.

 

4°, cc. [20] 268 [60], (a)-(e)4 A-Z4 Aa-Zz4 Aaa-Xxx4 a-p4.

 

Repertori bibliografici e cataloghi

sbn IT\ICCU\RMLE\021510.

 

Immagini: coperta, frontespizio, silografie e calcografie

 

 {gallery}CIN_B96{/gallery}

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, CIN B.96

mm 196x143. Legatura novecentesca in mezza pelle rossa, piatti rivestiti in carta marmorizzata marrone. Anima in cartone. Dorso a cinque scomparti delineati da linee in oro al dorso, decorati con fregi, con l’indicazione, a caratteri dorati, dell’autore e del titolo dell’opera e dell’anno di edizione. Taglio spruzzato in blu. Rari segni di lettura, note manoscritte e notabilia marginali coevi. Qualche macchia d’inchiostro e di altra sostanza oleosa. Macchie di umidità anche piuttosto ampie, concentrate nella prima parte del volume. Gore d’acqua. Marcata brunitura delle carte. Al risguardo anteriore ex libris della Biblioteca del Convento di S. Salvatore. Al recto della carta di guardia anteriore, nell’angolo superiore destro, nota manoscritta con precedente segnatura di collocazione (B III 25). Nell’angolo inferiore destro, timbro rettangolare viola della Biblioteca del Convento di San Salvatore a Gerusalemme, ripetuto anche altrove nel volume. Al verso il p. Arce annota in latino alcuni dati bio-bibliografici relativi al testo e al suo autore: “Albericus Aquensis, Historia Hierosolymitanae ex || peditionis (1095-1121) || Editio princeps. Reimpressam invenies apud || Migne, Patrologia Latina 166, 389-716. Item a- || pud Bongars, Gesta Dei per Francos I 184-318. || P. A. A.”, riprendendo una nota precedente in inchiostro marrone: “Autore huius operis est || Albertus sive Albericus Aquensis || cuiusdam eccelsia in Gallia custos. || Cf. Migne Patron. Latina t. 166. p. 387. || Bongars = Gesta Dei per Francos t I. p. 184-318”. A c. (a)1r, al centro, timbro ellissoidale blu con simbolo francescano, della Biblioteca del Convento di San Salvatore a Gerusalemme.

 

L’opera storica dello studioso Reinhard Reineck, professore di storia presso l’Università di Helmstedt durante la seconda metà del XVI secolo, pur non rientrando nella categoria dei libri di viaggio o delle descrizioni di Terra Santa, viene inserita nel catalogo seguendo il criterio, già esposto nella sezione “Descrizione del catalogo”, di conservazione e valorizzazione delle edizioni antiche inerenti alla Terra Santa conservate nelle Biblioteche dei Francescani a Gerusalemme.

Allgemeine Deutsche Biographie, 28 (1889), pp. 17-19.