Jaques Florent Goujon o.f.m.,
Histoire et voyage de la Terre-Sainte, Lyon, Pierre Compagnon e Robert Taillandier, 1671.

 

4°, pp. [14] 358 [10], ā5 ē2 A-Z4 Aa-Zz4, ill.

Errori nella numerazione delle pagine. La c. Dd3 erroneamente segnata Ee3. La c. Pp3 erroneamente segnata Nn3.

 

Repertori bibliografici e cataloghi

Tobler p. 111-2; Civezza n. 266; Röhricht n. 1142.

 

Immagini: coperta, frontespizio, silografie e calcografie

 

 {gallery}ITS_SEI_B3{/gallery}

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, ITS SEI B.3

mm 220x167. Esemplare corto in testa. Legatura novecentesca in mezza pelle, con angoli in pelle, e piatti rivestiti di carta marmorizzata marrone e verde, anima dei piatti in cartone. Dorso a cinque scomparti definiti da linee dorate e in alto da un fregio dorato a motivi floreali. Al secondo scomparto si legge: “GOUJON || LA || TERRA SANTA”. Al piede consueta etichetta con segnatura attuale. Ex libris della Biblioteca del Convento di S. Salvatore al risguardo anteriore. Timbro rettangolare viola della Biblioteca del Convento di San Salvatore al recto della carta di guardia anteriore, ripetuto anche in altre parti del volume, anche in colorazione blu e nera. Timbro ellissoidale blu della Biblioteca del Convento di S. Salvatore a c.ā1r tipo grande a sinistra nella parte inferiore della pagina. Timbro con numero di ingresso a c. Zz4r al margine inferiore a destra (02460) ripetuto anche a matita al margine inferiore interno (sinistro). A c. ā1 r a destra nella parte inferiore della pagina timbro nero ellissoidale del Commissariato di Terra Santa di Venezia. A c. ā1v “Ex libris GEORGIVS / P.V. / BERGONCI / EX TESTAMENT” (Zorzi (Giorgio) Bergonci patrizio veneziano, XVII secolo). Al recto della cara di guardia anteriore in alto si leggono le vecchie segnature (A IV 2; ITS 622). Tra il risguardo anteriore e la carta di guardia anteriore pezzo di foglio bianco con scritti, da mano contemporanea, i numeri delle tavole calcografiche che mancano a questo esemplare: “TAVOLE MANCANTI A ITS 622: || p. 4, 72, 145, 153, 193, 266, 315”. A c. ā1r al margine alto si legge in inchiostro marrone chiaro: “Raro! Il P. Luigi Micheli alla biblioteca || di Gerusalemme. 1899.” Rarissime sottolineature e segni ai margini a matita, moderni. Mutilo delle tavole calcografiche tra le cc.: ē2-A1 (?); I4-K1; verso (Tabor); S4-T1; verso (S. Elena); T4-V1; verso (Calvario); Aa4-Bb1; verso (Pianta Sepolcro); Ll1-Ll4; verso (Pianta Betlemme); Rr1-Rr2. I fascicoli Pp-Rr hanno delle striscioline di carta ai margini inferiori interni per restaurare strappi e camminamenti di tarlo; il fascicolo Zz presenta della striscioline di restauro ai margini interni della legatura. Piccola macchia di inchiostro nero alla c. Ee4r, in basso in centro sullo specchio di stampa; Mm4v macchia marrone nella parte inferiore a sinistra; piccola gora d’acqua al margine inferiore interno di tutte le carte dell’esemplare. Buono stato di conservazione.

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, ITS SEI B.31

mm. 241x187. Legatura moderna in tela blu; al dorso autore e titolo in doratura e al piede passata segnatura di collocazione della Biblioteca Francescana di Washinton (P. 915.13 G693). A c. ā1r timbro circolare del Commissariato di Terra Santa di Washington ed ex libri sempre del Collegio e Commissariato di Terra Santa di Washington. Esemplare con barbe. Barcode 27770.

 

Il testo del francescano Goujon, furtto di un’esperienza in Terra Santa durata due anni (iniziata nel 1668), si ripropone il problema del rapporto con tutto quello che già era stato scritto sui Luoghi Santi in passato e apre anche alla riflessione sul rapporto di interazione, integrazione e, di contro, tensione e competizione, tra i devoti e pellegrini che si recavano ai Luoghi Santi e i devoti residenti che in questa terra vivevano.

T. F. Noonan, The road to Jerusalem, p. 206-9.