Juan de Calahorra o.f.m.,
Historia cronologica della prouincia di Syria, e terra santa di Gerusalemme, doue il n. Saluatore operò le merauiglie della redentione [...] Con li felici progressi fatti in quella dalla religione serafica del p. s. Francesco, cominciando dall'anno 1219. Opera composta in spagnuolo dal m.r.p. f. Giouanni di Calaorra min osseru. della prouincia di Burgos. Tradotta nella lingua italiana dal m.r.p. Angelico di Milano [...] custode della medesima prouincia di Terra Santa. Dedicata al molt’ illustre signor Carlo Castagna, Venezia, Antonio Tivani, 1694.

 

4º, pp. [20] 890 (i.e 842) [18], [a]8 b2 A-Z4 Aa-Zz4 Aaa-Zzz4 Aaaa-Zzzz4 Aaaaa-Ooooo4 Ppppp6, ill.

Seconda edizione del testo tradotta dal padre francescano Angelico di Milano. A c. [a]1r: occhietto. A c. [a]2r: illustrazione calcografica a piena pagina (172x119 mm), S. Francesco si reca a visitare la Terra Santa con i suoi confratelli. La didascalia dell’illustrazione si trova alle cc. b1 e b2. A c. [a]3r: frontespizio con vignetta silografica raffigurante s. Francesco che riceve le stimmate (40x55 mm). A c. [a]4r: stemma calcografico del dedicatario, Carlo Castagna, realizzato da Pietro Ravizalf. (125x132 mm). Errori nella numerazione delle pagine; l’ultima carta è bianca.

 

Repertori bibliografici e cataloghi

Tobler p. 212; Civezza n. 109; Röhricht n. 1198; sbn IT\ICCU\TSAE\002424.

 

Immagini: coperta, frontespizio, silografie e calcografie

 

 {gallery}ITS_SEI_B26{/gallery}

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, ITS SEI B.26

mm 211x157. Legatura novecentesca in mezza pelle, piatti rivestiti con carta marmorizzata marrone, anima degli stessi in cartone, anche gli angoli sono in pelle. La carta di rivestimento è consunta in più punti. Dorso a cinque scomparti delineati da impressioni a secco nella pelle; al primo e al secondo dall’alto, in doratura, nome dell’autore e titolo dell’opera, al quarto anno di edizione. Al piede consueta etichetta con attuale segnatura di collocazione. Resti di spruzzatura blu al taglio. Al recto della carta di guardia anteriore vecchia segnatura a matita di S. Salvatore (CTS 170) e timbro rettangolare viola della Biblioteca del Convento di S. Salvatore, ripetuto anche in altre parti del volume, anche in colorazione blu. A c. [a]1r sigillo circolare blu del Guardiano del Monte Sion e Custode di Terra Santa e timbro ellissoidale blu (grande) della Biblioteca del Convento di S. Salvatore, ripetuto anche in colorazione viola (piccolo). A c. [a]3v ex libris della “Bibliotheca S. Euphemia Veronae. Ad usum Patri M’riso Aloijsih Balladoro Veron”. Sull’ex libris si legge, in inchiostro nero di mano settecentesca, “Commissariatus Terrę Sanctę || Venetiarum”. Macchia gialla al margine esterno del fascicolo M. Rarissimi Marginalia coevi all’edizione in inchiostro marrone chiaro che, in lingua spagnola, indicano le differenze testuali tra l’edizione originale e questa traduzione. Brunitura delle carte (tranne i fascicoli da Aaaa a Nnnn), gora d’acqua al margine interno dei fascicoli da Fff a Zzz. Mutilo della c. Ppppp6 (bianca). Esemplare in buono stato di conservazione.

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, ITS SEI B.38

mm.  205x150. Legatura secentesca in pergamena, molto rovinata. Tracce di colorazione blu ai tagli. Al risguardo anteriore etichetta con segnatura di collocazione del «College and Commissariat. of the Holy Land» (21 E9). Timbro nero del Commissariato di Terra Santa di Washington a c. [a]3r e timbro viola del Collegio di Terra Santa di Washington. Mutilo delle carte [a]4-5. Mutilo della carta finale Ppppp6 bianca. Alcune carte brunite. Barcode: 27777.

 

Per la bibliografia sull’autore e sul testo si veda la scheda n. 82.