Pseudo Noè Bianco o.f.m.,
Viaggio da Venetia al Santo Sepolcro et al Monte Sinai. [...], Padova, Sebastian Sardi, 1765.

 

8°, cc. [96], A-F16, ill.

Al frontespizio la data di stampa è stampata errata, il carattere C viene erroneamente sostituito con D: MD DC LXV. Centocinquanta silografie a testo di varie dimensioni.

 

Repertori bibliografici e cataloghi

Tobler p. 63; Civezza n. 451; Amat p. 274; Röhricht n. 556 (si vedano anche i numeri 203 e 644); Golubovich pp. 1-24; Brunelli n. 14; sbn IT\ICCU\VEAE\125698.

 

Immagini: coperta, frontespizio, silografie e calcografie

 

 {gallery}ITS_SET_C19{/gallery}

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, ITS SET C.19

mm 155x95. Legatura ottocentesca in mezza pergamena, i piatti sono rivestiti di carta decorata con motivi geometrici di colore rosso e nero, anche gli angoli sono in pergamena, anima in cartone. Al dorso in testa si legge, di mano ottocentesca in inchiostro marrone, “P. || Noè”. Al piede consueta etichetta con attuale segnatura di collocazione. La legatura è piuttosto malmessa, quasi del tutto distaccata dal volume e dai nervi, tarlata e il piatto posteriore ha l’angolo superiore mangiato dai topi. Resti di spruzzatura blu al taglio. Al recto della carta di guardia, una mano moderna annota a matita “Dell’an. 1475”. Sotto timbro ellissoidale blu della Biblioteca del Convento di San Salvatore. A c. A1r sigillo circolare blu del Guardiano del Monte Sion e Custode di Terra Santa, ripetuto anche in altre parti del volume. I fascicoli finali e iniziali sono quasi completamente staccati dai nervi a causa dei tarli. La c. A1r è molto rovinata, macchiata e integrata con carta di apporto ai margini. Ampia gora d’acqua al margine superiore dei fascicoli finali, pesanti camminamenti di tarlo, soprattutto nei fascicoli finali che compromettono l’integrità delle carte, lieve brunitura delle carte. Mutilo della c. F1 e F16. Esemplare in cattivo stato di conservazione.

 

Per la bibliografia sull’autore e sul testo si veda la scheda n. 3.