Christiaan van Adrichem,
Urbis Hierosolymae quemadmodum ea Christi tempore floruit, et suburbanorum eius brevis descriptio. De locis item quae Iesu Christi & sanctorum passione ac gestis nobilitata sunt, aliarumque insigniorum historiarum brevis commentarius [...] Adiuncta est topographica delineatio a vivum aeneis formis expressa, Köln, Birckmann per Arnold Mylius, 1588.

 

8°, pp. [32] 136 [24], A-M8, ill.

Una tavola calcografica fuori testo datata 1584 (data di edizione della princeps), disegnata da Johannes Verheyden e incisa da Franza Hogenber e Arnold de Loose.

 

Repertori bibliografici e cataloghi

Tobler pp. 209-210; Röhricht n.791; sbn IT\ICCU\BVEE\014333

 

Immagini: coperta, frontespizio, silografie e calcografie

 

 

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, CIN C.7

mm 173x103. Legatura in pergamena floscia con tracce di legacci in pelle allumata su entrambi i piatti. Dorso con nervi a vista su cui si intravede un’antica nota a penna con il nome dell’autore e del titolo dell’opera. Sempre al dorso, in basso, etichetta rossa con vecchia collocazione (P 915.3 D363, coperta da quella attuale). Tracce di vernice grigia. Taglio rosso. Manca la tavola calcografica ripiegata. Marcata brunitura delle carte con qualche macchia di umidità. Qua e là qualche piccola macchia d’inchiostro. All’interno del piatto anteriore della legatura etichetta con antica segnatura di collocazione della Biblioteca del Commissariato di Terra Santa di Washington (Franciscan Fathers del S. Sepolcro di Washington). Al recto della prima carta di guardia in basso timbro blu rettangolare della Biblioteca del Convento di San Salvatore. Accanto timbro nero circolare con croce di Gerusalemme del Commissariato di Terra Santa di Washington. A c. A1r, in alto, nota manoscritta tardo cinquecentesca in inchiostro marrone “Collegij Soc.is Jesu Oenipontj. 1590. 11 Maij.” Al centro ancora il timbro circolare del Commissariato di Terra Santa di Washington e, nel margine inferiore, quello rettangolare della Biblioteca di San Salvatore. Nell’angolo inferiore destro, timbro nero con l’ex libris del Commissariato di Terra Santa di Washington. Al verso dell’ultima carta di guardia posteriore, timbro rettangolare nero con il numero d’ingresso (10487).

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca dello Studium Biblicum Franciscanum, R 2966

mm 163x98. Legatura novecentesca in tessuto rosso con carta marmorizzata verde chiaro e grigia. Anima in cartone. Manca la c. M8, bianca e la tavola fuori testo. Marcata brunitura delle carte. Qualche piccola macchia d’inchiostro. Evidenti macchie di umidità che interessano il margine inferiore delle carte. Al piatto anteriore della legatura, in alto, etichetta cartacea moderna, forse con precedente segnatura di collocazione (23?/18). Al recto della carta di guardia anteriore, nota manoscritta moderna a matita, con precedenti segnature di collocazione (21/18 e GB 2299). A c. A1r, al centro, timbro ellissoidale blu della Biblioteca dell’Istituto Biblico Francescano di Gerusalemme. Accanto, timbro ellissoidale blu, della Biblioteca del Convento di San Salvatore a Gerusalemme. Al verso della carta di guardia posteriore, timbro rettangolare blu della Biblioteca dello Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme.

 

Christian van Adrichem (1533-1585), teologo e sacerdote, fu costretto a lasciare la città natale di Delft, a seguito dei movimenti riformati, e a rifugiarsi a Colonia. Concentrati i suoi interessi sulla Città Santa pubblicò, nel 1584 a Colonia, l’opera Ierusalem, sicut Christi tempore floruit, riedita poi nel 1588 e nel 1592; uscirà poi, nel 1590 il Theatrum terrae Sanctae et Biblicarum Historiarum cum tabulis geographicis. Entrambi i testi si segnalano per la grande diligenza e precisione con cui descrivono la città di Gerusalemme e la Terra Santa al tempo di Gesù.

Allgemeine Deutsche Biographie, 1 (1875), p. 125.