Pedro de Mercado o.f.m.,
Año sacro Jerosolimitano que celebran los religiosos Franciscos en los santos lugares de nuestra redencion, Zaragoza, Joseph Fort, 1751.

 

8°, pp. [24] 468 [4], a8 b4 A-Z8 Aa-Ff8 Gg4.

Edizione rarissima.

 

Repertori bibliografici e cataloghi

OCLC WorldCat 39314485.

 

Immagini: coperta, frontespizio, silografie e calcografie

 

 {gallery}ITS_SET_C24{/gallery}

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, ITS SET C.24

mm 145x97. Esemplare corto in testa e in piede. Legatura settecentesca in pergamena; la pergamena è molto consunta ai margini e rimangono i buchi dei lacci al piatto anteriore e posteriore (a quello posteriore anche un pezzo di laccio è conservato). Al dorso si legge in inchiostro marrone il titolo dell’opera: “Año Sacro.” Al dorso sono fatti passare i nervi come decorazione in alto e in basso. Al piede consueta etichetta con attuale segnatura. Al piatto anteriore a matita, al margine superiore interno si legge, di mano moderna: “47 || HAS”. La legatura è quasi completamente staccata ed è tenuta assieme solamente dai nervi. A c.a1v in centro di pagina timbro viola di P. A. Arce O.F.M.; anche a c. A1r al margine esterno nella parte inferiore della pagina. Al risguardo anteriore si legge a matita la segnatura attuale, in centro di pagina nella parte superiore della pagina; sotto, sempre a matita, di mano precedente si legge; “ 92. C”. A c. a1v al margine superiore si legge in inchiostro nero, di mano settecentesca: “es del us de sor antonía || seu y pedr el des”. Sotto, di mano novecentesca si legge in inchiostro nero: “Costò 500 pesetas. || Madrid, 2 XII 1966.” Sotto ancora nota di possesso in inchiostro nero cancellata con della pasta bianca. A c. K2r correzione in inchiostro nero di mano novecentesca: “en” diventa “y entona”. Timbro rettangolare nero della Biblioteca del Convento di San Salvatore a c. a1r, ripetuto anche in altre parti del volume, anche in colorazione viola e blu. Timbro con numero di ingresso a c. Gg4v al margine esterno nella parte inferiore della pagina (01924). La c. a1 si presenta molto sofferente e ha uno strappo al margine inferiore. Lieve gora d’acqua al margine esterno, verso il basso della pagina delle carte da a2 a a4; gora di acqua al margine inferiore interno da Aa a Ff ; piccola gora di acqua in tutto il fascicolo Bb (al margine esterno nella parte inferiore della pagina); al margine esterno nella parte inferiore della pagina anche ai fascicoli Dd-Ff. Le carte sono brunite soprattutto quelle dei fascicoli finali. Discreto stato di conservazione.

 

Esemplare Gerusalemme, Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, ITS SET C.29

mm. 145x97. Legatura secentesca in pergamena floscia (al dorso si legge il titolo dell’opera); la coperta è quasi completamente distaccata dai nervi. Al risguardo anteriore e al recto della prima carta di guardia anteriore annotazioni di mano secentesca in inchiostro marrone: elenco di Luoghi Santi in lingua spagnola firmato da «Mannel Castelon». Al risguardo anteriore exlibris della biblioteca di San Salvatore (p. Arce tra i libri). Al recto della carta di guardia anteriore, di mano di p. Arce: «1957/31»; passata segnatura di collocazione (A I 58). Al verso della carta di guardia anteriore nota di p. Arce: «A la Biblioteca Custo- | dial del Savador, de Je- | rusalén, 28 agosto 1959. | P. A. Arce, Ofm | Bibliotecario. | Cf. Tierra Santa | 34 (1959) 215.23. | = A. Arce, Itinerarios ra- | ros y preciosos de Paletina, | Jerusalem 1963, pp. 45-53». Esemplare in cattivo stato di conservazione: camminamenti di tarlo e fascicoli laschi o staccati dai nervi. A c. A1r nota di possesso coeva di difficile lettura parzialmente cancellata: «Almacen Gran de San …»; sempre a questa carta timbro ellissoidale viola della Biblioteca di San Salvatore e timbro rettangolare viola della stessa (ripetuto in altre carte del volume). Al risguardo posteriore annotazione incompleta, per distacco di parte del materiale cartaceo. Barcode: 27780.

 

Unico esemplare censito dai repertori e dai cataloghi del trattato sulle liturgie dei Francescani a Gerusalemme, scritto dal padre francescano Pedro de Mercado (1620-1701).

Cerl Thesaurus cnp00883256.