Ricettario (inc. XX sec.) in spagnolo.

mm. 209x135. Cartaceo, di 588 pagine numerate, scritte solo in parte. Probabilmente un’unica mano in un lasso di tempo prolungato, comunemente a linea lunga. Scrittura in inchiostro nero – bruno, senza decorazioni. Legatura in mezza pergamena e carta blu. Buone condizioni di conservazione.

Contenuto: p. 1: minerali; p. 15: agricoltura; p. 41: animali; p. 59: acque profumate; p. 93: cereria; p. 95: ricette culinarie; p. 111: confetteria; p. 215: ricette mediche; p. 493: indice alfabetico (si segnala però che l’indice è stato redatto quando il manoscritto era fermo alla p. 394).

{gallery}27-medicina{/gallery}

Chiude l’esposizione un manoscritto prezioso non tanto per fattura o antichità, ma perché testimone dell’intensa attività della Farmacia di San Salvatore: si tratta infatti di una sorta di ricettario “misto”, suddiviso per sezioni, con un indice finale. La particolarità di questo oggetto d’uso quotidiano, è sicuramente la sua versatilità in quanto tocca argomenti differenti tra loro, ma tutti orientati in qualche modo alla cura e al miglioramento della salute della persona. All’interno del manoscritto si trovano incollati una decina di ritagli di giornale; al fondo sono invece inseriti, in un fascicolo cartaceo, la trascrizione di alcune lettere di corrispondenza intrattenute dal farmacista di S. Salvatore con il p. Novoa, della provincia di Santiago di Compostela nel 1910, alcune altre ricette (di mano differente), un piccolo calendario manoscritto e altri ritagli di giornale.

........................................................................................................

This manuscript has been chosen to conclude the exhibition not by virtue of its antiquity or preciousness, but for its representativeness of the activity of St. Saviour’s pharmacy. Almost certainly written by a pharmacist of the Custody, it consists of a collection of recipes concerning different matters, all pertaining human welfare and health.