Fondi moderni

La biblioteca, pur configurandosi come biblioteca di carattere generale, ha tuttavia alcune sezioni che ne sanciscono l’unicità e la specializzazione, in particolar modo le sezioni dedicate alla descrizione dei Luoghi Santi, agli itinerari di Terra Santa, alla storia della Custodia di Terra Santa e al francescanesimo. Oltre a queste sezioni molto caratterizzanti, nel fondo generale si trovano settori dedicati alla storia, all’archeologia, all’arte, alla storia della Chiesa, alla liturgia, alla mariologia, all’apologetica e alla teologia. Anche le riviste comprendono pubblicazioni di interesse specialistico, dedicate allo studio della storia della Chiesa e della storia dell’ordine francescano. Connesso alle riviste, più di duecento, il fondo di libri del Seminario, con dizionari, enciclopedie e manuali, utili strumenti per gli studi dei seminaristi. Tutti i libri che trattano invece di scienze bibliche sono conservati presso la Biblioteca dello Studium Biblicum Franciscanum, fondata nel 1929 a seguito della cessione di parte del patrimonio librario della Biblioteca Generale, in un’ottica tesa a creare una biblioteca adeguata alla facoltà di scienze bibliche dello Studium che accoglie studenti da ogni parte del mondo.

 

Fondo antico

Sono presenti, nella Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, anche dei fondi rari e preziosi: il fondo degli incunaboli e delle cinquecentine, con testi provenienti dal primo nucleo librario del Monte Sion e testi donati alla Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa dalla Biblioteca del Commissariato di Terra Santa di Washington. I libri che si trovano in questo fondo sono libri che realmente erano usati dai francescani nella loro vita quotidiana e nello studio, si va dai manuali di cucina agli itinerari di Terra Santa, dai testi con commenti alla Bibbia a quelli dei padri della Chiesa, da quelli devozionali e liturgici a quelli di carattere storico.

 

Fondo Itinera ad loca sancta

Gli Itinera ad loca sancta non si trovano solo in edizioni quattrocentesche e cinquecentesche, ma anche in pubblicazioni seicentesche, settecentesche e moderne. Questo fondo (più di 100 Itinerari del Sei e del Settecento e più di 1.000 moderni), trova il suo spazio, sempre nel deposito rari e preziosi, in degli scaffali appositamente dedicati.

 

 

Fondo di medicina

Un altro fondo prezioso, interessante perché testimonia l’uso che questi libri avevano all’interno della convento dei frati, è quello di medicina: più di 4.000 volumi, con edizioni che vanno dal Quattrocento al Novecento e che raccolgono rimedi, ricette e studi di carattere medico. Questi testi sono strettamente connessi ai vasi, che contenevano invece unguenti, cure ed erbe, conservati presso il museo dello Studium Biblicum Franciscanum.

 

Fondo Seicento e Settecento

Più ampio è invece il fondo di libri del Seicento e del Settecento che comprende, anche in questo caso, testi che da secoli erano presso la biblioteca dei Francescani a Gerusalemme e testi donati dalla Biblioteca del Commissariato di Terra Santa di Washington. I volumi sono principalmente in lingua italiana, spagnola e latina e sono, in gran parte, opere di carattere devozionale, spirituale e liturgico.

 

Fondo Franciscan Printing Press

Infine, sempre nel deposito rari e preziosi, si trovano tutti i libri pubblicati dalla Franciscan Printing Press e tutte le pubblicazioni che trattano della storia della Custodia, testi rarissimi che si trovano solo qui, con pubblicazioni e studi di importanti documenti conservati nell’archivio della Custodia di Terra Santa, che testimoniano la presenza e l’attività secolare dei francescani in questa terra.