Gioventù e consacrazione tra Spagna e America (1884-1913)

...................................
[read in Spanish] 

Padre Agustín Arce nasce nella cittadina castigliana di Rioseras, non lontano da Burgos, nel 1884. Il giovane Casimiro – questo il suo nome di battesimo – cresce in una famiglia benestante che lo educa cristianamente. Nel 1898 decide di lasciare la casa paterna per seguire la vocazione religiosa, già forte nel suo cuore di quattordicenne. Nel maggio dello stesso anno, dopo essersi imbarcato in Francia, giunge nella città peruviana di Arequipa, dove frequenta il collegio francescano di Propaganda Fide della “Recolita”.

[click on images to enlarge]
{gallery}Arce/1-ita{/gallery}

Qui Arce trascorre gli anni più felici della sua vita, ottenendo brillantemente il baccellierato. Il 13 giugno 1900 pronuncia i voti religiosi, ratificandoli solennemente nel 1904. In tale occasione cambia il proprio nome in Agustín. Dopo l’ordinazione sacerdotale (1908), il giovane francescano viene inviato dai superiori presso il convento di San Francesco di Lima, dove è nominato bibliotecario. Qui egli amplia le proprie conoscenze attraverso lo studio del greco e dell’ebraico. Avendo iniziato a interessarsi alle discipline storiche, p. Arce compie frequenti visite alla Biblioteca Nacional e alla sede della Sociedad Historica.

Nel 1911 si trasferisce nel convento della “Recolita” di Cuzco, per insegnarvi Dogmatica e Sacra Scrittura, ricoprendo inoltre l’ufficio di bibliotecario. Dopo aver trascorso un intenso periodo votato alla cura d’anime presso la cittadina di Urubamaba, p. Arce decide di dedicare la sua vita alla missione pastorale. Ma i suoi superiori hanno altri progetti per il religioso, che nel 1913 è inviato a Roma per specializzarsi nello studio delle scienze storiche. P. Arce obbedisce, cambiando radicalmente il corso della propria esistenza.